• Home
  •  > Notizie
  •  > “Antico/Contemporaneo” con l’Icarus vs Muzak diretto da Franco Fusi

“Antico/Contemporaneo” con l’Icarus vs Muzak diretto da Franco Fusi

Questa sera (ore 21.30) ai Chiostri della Ghiara in programma tra gli altri il brano “Consumato lume” del reggiano Stefano Bonilauri

“Antico/Contemporaneo 2019” è i titolo del concerto dell’Icarus vs Muzak diretto da Franco Fusi che questa sera (ore 21.30) si tiene ai Chiostri di san Pietro.

In programma di Gilberto Bosco “Remember me”, di Giuseppe Colardo “Filigrane”, di Carlo Forlivesi “Joy Angels”, di Massimiliano Viel “Variazioni sul fumo”; inoltre del compositore reggiano Stefano Bonilauri “Consumato lume” per flauto, oboe, clarinetto, fagotto, fisarmonica.

A proposito, di “Antico/ Contemporaneo” la composizione ”Consumato lume” si ispira a un pensiero di Leonardo da Vinci su “Morte e rinascita”, che parla del ciclo incessante e naturale tra vita e morte.

«Viene accostato nella musica a “Il ritrovamento del corpo di San Marco”, una tela di Jacopo Tintoretto, pittore nato l'anno della morte di Leonardo – ci dice il compositore Bonilauri –. Nella tela, la stessa ciclicità è espressa con toni molto più crudi e drammatici, sia per la presenza di San Marco vivo e morto sia nei contrasti delle luci, colori, forme e composizione che il pittore realizza, innescando un veloce ed incessante movimento ottico. La musica fin dall'inizio si lega alla spinta propulsiva ciclica del Tintoretto e prosegue in un crescendo, ottenuto con un aumento della presenza strumentale, fino alla metà del suo cammino; segue un abbassamento graduale delle luci sul quadro di Tintoretto che porta verso i toni ed il ritmo dello scritto di Leonardo – conclude Bonilauri – dove il famigliare brusio della voce degli esecutori rimane presenza costante».

L’Icarus vs Muzak diretto da Franco Fusi è composto da Benedetta Polimeni flauto, Orfeo Manfredi oboe, Martina Di Falco clarinetto, Martino Tubertini fagotto, Umberto Turchi fisarmonica. —

Pubblicato su Gazzetta di Reggio