• Home
  •  > Notizie
  •  > In scooter contro un’auto, muore 58enne

In scooter contro un’auto, muore 58enne

La vittima è Mauro Carletti di Correggio. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio in via Contea. Traffico in tilt fino a sera

rubiera. Viaggiavano in direzione opposta: la moto, uno scooterone, verso Correggio; l’auto, una Bmw, in direzione della zona ceramica. Marciavano sotto una pioggia fitta e con la strada sdrucciolevole. Improvvisamente, per cause che la polizia municipale Tresinaro Secchia ha faticosamente ricostruito anche con l’aiuto dei testimoni, auto e moto si sono scontrate in modo violento.

Uno scontro frontale-laterale avvenuto per cause che ancora non sono del tutto chiare, dall’esito però tragico: il conducente della moto, un uomo di 58 anni, residente a Correggio, è morto sul colpo.

L’incidente è avvenuto verso le 17.40 di ieri lungo via Contea, poche decine di metri a nord del sottopasso. Si tratta di una strada che passa sotto il grande svincolo tra le provinciali 51 e 85 (l’asse Nord-Sud) e la via Emilia che da Rubiera porta a Modena.

Mauro Carletti, la vittima, stava facendo ritorno a casa quando ha trovato la morte. Particolarmente difficile la ricostruzione della dinamica dell’incidente: l’unica cosa certa è che la moto si è schiantata contro la fiancata destra della Bmw. L’auto era condotta da un uomo di 76 anni, residente a Rubiera, uscito illeso dallo scontro.

Carletti, per l’impatto, è stato sbalzato dal sellino della moto ed è finito sotto le ruote della macchina. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Sul posto, in una manciata di minuti, sono arrivate l’ambulanza e l’automedica, rispettivamente da Rubiera e da Scandiano. È stato allertato anche l’elisoccorso che è partito da Parma, ma che è stato fatto rientrare dopo pochi minuti.

Nonostante i tentativi di rianimazione, Mauro Carletti è morto quasi subito.

Quattro le pattuglie della polizia municipale arrivate per i rilievi: alcune si sono occupate della ricostruzione della dinamica e di raccogliere le testimonianze; altre della gestione del traffico, che è rimasto paralizzato fino a tarda sera.

Sono, infatti, state chiuse tutte le strade a nord e sud dell’incidente, e il traffico è stato deviato su vie laterali, dove si sono formate lunghe file di auto.

La situazione è tornata alla normalità solo dopo le 21, quando il magistrato ha dato l’ok per la rimozione della salma, che è stata trasportata dalla Croce Verde alla camera mortuaria del cimitero di Coviolo.

Sul posto è arrivato anche il sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro, che ha seguito le operazioni della Municipale fino alla loro conclusione. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Pubblicato su Gazzetta di Reggio