• Home
  •  > Notizie
  •  > Non rispondeva da giorni 35enne trovato morto in casa a Pieve Modolena

Non rispondeva da giorni 35enne trovato morto in casa a Pieve Modolena

REGGIO EMILIA. Al lavoro non avevano più sue notizie da qualche giorno. Il suo coinquilino è partito per le ferie e i vicini di casa non avevano più incrociato per le scale quel giovane da giovedì scorso.

Poi l’improvvisa e dolorosa scoperta, avvenuta ieri pomeriggio verso le 14, quando è stata aperta la porta dell’appartamento al primo piano di via Zambonini 55, dietro la quale è stato trovato il corpo senza vita del 35enne Maicol Cattani, originario di Scandiano ma recentemente andato ad abitare nell’appartamento di Pieve Modolena. Una morte apparentemente per cause naturali, ma ancora senza una motivazione precisa, con la salma ora a disposizione della procura di Reggio per accertamenti.

Il ritrovamento del giovane è avvenuto su insistenze del personale della cooperativa La Quercia, per la quale lavorava il giovane. Sabato si era recata una persona al numero 55 di via Zambonini, a Pieve Modolena. Una ragazza lo cercava lamentando ai vicini di non ricevere più notizie da Cattani. Ha provato a suonare più volte, raccontano i vicini, che ieri hanno visto arrivare i carabinieri dopo il ritrovamento del corpo da parte di un operatore della coop.

Nell’appartamento c’era il cadavere del ragazzo, morto probabilmente da alcuni giorni. Nessun rumore era stato più avvertito infatti dai dirimpettai. Una volta accertato il decesso da parte del medico del 118, i militari hanno atteso il carro funebre che ha prelevato la salma, a disposizione ora della procura. —

Enrico Lorenzo Tidona

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Pubblicato su Gazzetta di Reggio