• Home
  •  > Notizie
  •  > Schiacciato dal trattore mentre lo ripara Muore agricoltore 54enne, ferito il fratello

Schiacciato dal trattore mentre lo ripara Muore agricoltore 54enne, ferito il fratello

L’incidente ieri mattina a Campovecchio. Giovanni Paganelli aveva appena cambiato la batteria poi il mezzo lo ha travolto



Travolto dal trattore a cui aveva appena cambiato la batteria elettrica. È morto a causa di uno sfortunatissimo incidente in un campo, il 54enne carpinetano Giovanni Paganelli. L’uomo, imprenditore agricolo originario del paesino di Lamburana e ora residente nel capoluogo, aveva approfittato della bella giornata di sole per mettersi avanti con i lavori.

l’incidente

Ieri mattina, con il suo trattore, ha raggiunto il campo sopra Campovecchio, una borgata a pochi chilometri dal capoluogo, di cui da decenni si occupa assieme al 64enne fratello Clemente. Si tratta di un appezzamento a lato della stretta strada che conduce ad alcuni gruppi di case, “Cotechino” e “Il pradasso”, e continua poi risalendo sino al monte Fosola. Arrivato sul posto, ha attivato l’arnese montato sul trattore per tagliare e ranghinare l’erba. Dopo pochi minuti però il mezzo si è bloccato, la batteria elettrica si era infatti consumata completamente. Giovanni ha chiamato il fratello, che vive a Castelnovo Monti, per farsi dare una mano. Clemente è giunto a Campovecchio, ha caricato Giovanni ed insieme sono andati a prendere una batteria di ricambio, per poi tornare subito dopo al campo. Lì, i Paganelli hanno montato il ricambio. Una volta completata l’operazione, Giovanni avrebbe provato ad accendere il trattore, rimanendo in piedi di fianco al mezzo. L’accensione ha provocato un brusco movimento del veicolo, forse con la marcia inserita o forse bloccata dallo spegnimento improvviso. Il trattore si è mosso velocemente, senza controllo, ed ha travolto Giovanni per poi continuare la marcia verso la strada. Il 54enne è rimasto agganciato, senza possibilità di liberarsi, e quindi è stato schiacciato ripetutamente prima di essere sbalzato dal mezzo, fermatosi dopo diversi metri di caduta. Un incidente terribile nel quale Paganelli è morto sul colpo. Anche Clemente è stato colpito ad una gamba, rimediando un brutto trauma al ginocchio, senza però restar agganciato. È riuscito così a chiamare il 118 e a Campovecchio sono arrivate prima l’ambulanza della Croce Rossa carpinetana, poi l’elicottero del pronto soccorso da Pavullo, il Soccorso alpino, i vigili del fuoco e diverse pattuglie dei carabinieri.

i soccorsi

Nonostante il rapidissimo intervento dei volontari Cri, non c’è stato nulla da fare, i traumi erano troppo pesanti e il 54enne è spirato nel giro di pochi minuti. I medici dell’elisoccorso non hanno potuto fare altro che curare Clemente, poi portato in ambulanza all’ospedale di Castelnovo Monti per alcuni accertamenti, e firmare il referto di decesso prima di ripartire.

le indagini

Nel campo sono rimasti i militari, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, e i vigili del fuoco, poi raggiunti dal personale della medicina del lavoro. Il trattore, un piccolo mezzo arancione, è stato messo sotto sequestro e dovrà essere analizzato dai tecnici dei carabinieri per capire meglio la dinamica dell’accaduto. Nel campo era rimasta anche la vecchia Panda verde di Clemente, usata per i vari viaggi legati alla batteria elettrica.

Il viavai ha generato grande preoccupazione a Campovecchio, dove vivono poche persone. Una sola famiglia risiede nell’area dell’incidente, e i vicini hanno subito pensato a loro, vedendo passare l’ambulanza, prima di capire che il problema riguardava i Paganelli. Anche loro volti notissimi, originari di un paesino a pochi chilometri di distanza e da sempre impegnati nell’attività agricola nella vastissima area verde che da Campovecchio risale verso il crinale del Fosola. —



Pubblicato su Gazzetta di Reggio