• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore a 69 anni l’avvocato Caselli stroncato da un malore improvviso

Muore a 69 anni l’avvocato Caselli stroncato da un malore improvviso

TOANO. Stroncato da un malore nella propria casa. È morto così il 69enne avvocato Giovanni Alberto Caselli di Quara, da tutti conosciuto come Gianni. Apparteneva a una storica famiglia della zona, i genitori hanno gestito per tanti decenni il bar di una delle principali frazioni toanesi e Gianni, come il fratello Luciano oggi conosciutissimo preside a Reggio, era un volto noto.

Dopo aver lavorato molti anni a Reggio come avvocato, occupandosi principalmente di cause civili e di procedimenti legati ad assicurazioni e risarcimenti, era tornato a vivere stabilmente nella zona di origine, e abitava nel centro di Quara, non lontano dal locale a lungo mandato avanti dalla madre e dal padre. Proprio nella sua abitazione è stato trovato privo di vita nella mattinata di domenica, mentre era atteso per il pranzo. Lascia il fratello Luciano, la cognata Giovanna e i nipoti Gabriele e Michele. Luciano è un dirigente scolastico da anni attivo in città, oggi a capo del Cpia Reggio Sud, il Centro Provinciale Istruzione Adulti dedicato all’insegnamento della lingua italiana agli stranieri, dopo un periodo trascorso all’istituto comprensivo “Antonio Ligabue”, la storica scuola di San Pellegrino e Baragalla in città.

Il funerale del 69enne si svolgerà questa mattina, il corteo funebre partirà alle 9.45 dall’abitazione di via Conte Sasso 26 e raggiungerà la chiesa parrocchiale per la funzione religiosa, prevista per le 10. Al termine, si proseguirà sino al piccolo cimitero locale per la sepoltura. I parenti chiedono non fiori, ma offerte alla Croce Rossa di Toano. La notizia dell’improvvisa scomparsa ha generato cordoglio sia in città che a Quara. A Reggio, nell’ambiente legale, Caselli era ancora una figura di riferimento soprattutto per l’ambito assicurativo, il suo principale settore professionale in quasi tre decenni di carriera come legale. Nel Toanese, era tornato ad essere una presenza quotidiana, attivo e interessato alla vita del proprio paese. Ieri sera, si sarebbe dovuto svolgere un incontro fra la Pro Loco di Quara e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Volpi, per ragionare di attività e programmi, la riunione è stata annullata per lutto.

Adr.Ar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Gazzetta di Reggio