• Home
  •  > Notizie
  •  > La bomba causò 85 morti e oltre 200 feriti

La bomba causò 85 morti e oltre 200 feriti

L’associazione tra i familiari delle vittime della strage del 2 agosto 1980 è nata il primo giugno 1981, quasi un anno dopo il terribile attentato, quando la bomba esplosa alle 10.25 in stazione provocò 85 vittime e oltre 200 feriti. Nello statuto dell’associazione si afferma che lo scopo è quello di «ottenere con tutte le iniziative possibili la giustizia dovuta». È stata la prima associazione di familiari delle vittime di stragi a costituirsi in Italia, facendo da modello. Il 6 aprile 1983 assieme alle associazioni delle stragi di piazza Fontana, Piazza della Loggia, dell’Italicus costituisce a Milano l’Unione dei Familiari delle Vittime per Stragi. Il primo presidente è stato Torquato Secci, scomparso nel 1996. A Secci è quindi succeduto Paolo Bolognesi. Ogni anno, in occasione del 2 agosto, l’associazione organizza un corteo da piazza del Nettuno fino alla stazione centrale, teatro dell’attentato.

Pubblicato su Gazzetta di Reggio