• Home
  •  > Notizie
  •  > Vezzano, ex bancario muore a 86 anni. La figlia: «Un modello di vita»

Vezzano, ex bancario muore a 86 anni. La figlia: «Un modello di vita»

In gioventù portiere di calcio, volontario attivo in parrocchia e per la polisportiva. Oggi il funerale

Domenico Amidati

VEZZANO

Cordoglio e dolore a La Vecchia per la morte dell’86enne Lorenzo Venturi.

L’ex bancario molto stimato e conosciuto per la sua cordialità, gentilezza e bontà è deceduto improvvisamente sabato nella sua casa in centro al paese dove viveva con la moglie Franca Giordani. Avrebbe compiuto 87 anni il 10 agosto, giorno anche del suo onomastico.

La sua vita lavorativa si è svolta tutta al Credem in qualità di funzionario e per tanti anni ha prestato servizio anche a Vezzano, dove ha avuto modo di farsi apprezzare. Cattolico praticante, frequentava la vicina parrocchia di La Vecchia dove è stato impegnato come volontario nelle varie attività, dal giardinaggio ad autista della scuola materna paritaria per il trasporto degli alunni e collaborando ogni volta ce ne fosse bisogno. È stato un prezioso collaboratore e stimato consigliere del compianto e storico parroco monsignor Franco Casotti e delle suore. Dopo la famiglia e il lavoro si dedicava al volontariato. Era sempre disponibile anche alle varie iniziative della comunità di La Vecchia.

Grande appassionato di sport in genere e di calcio in particolare, da giovane è stato un ottimo portiere dove si era distinto nei vari tornei sia provinciali, della montagna e notturni, in seguito era anche stato allenatore della squadra di calcio di La Vecchia. Tanti gli impegni a cui dedicava il suo tempo libero specialmente nella Polisportiva locale (ogni anno era alla cassa durante la sagra estiva del paese). Ha dedicato principalmente la sua vita al lavoro e alla famiglia.

Toccante il ricordo diffuso dalla figlia Manuela, ex capogruppo della lista civica di minoranza in Comune a Vezzano. «Papà – scrive la figlia Manuela – è tornato in cielo. Straordinario modello di vita, testimonianza di amore incondizionato per la famiglia. Marito, padre e nonno esemplare. Mano tesa verso la comunità. Grazie papà per l’eredità morale e gli insegnamenti che lasci a ciascuno di noi». Lascia la moglie Franca, i figli Manuela e Paolo, i nipoti Giovanni Battista con Giulia, Elisabetta Maria, Chiara e Matteo, la nuora Francesca. I funerali si svolgeranno oggi pomeriggio alle 16.30 partendo dalla casa del defunto, in via Caduti della Bettola, per raggiungere la vicina chiesa di La Vecchia per la messa funebre e in seguito la salma sarà tumulata nella tomba di famiglia nel cimitero locale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Gazzetta di Reggio