Chiese in Provincia di Reggio Emilia - città di : Chiesa dei Santi Crisanto e Daria Martiri

Chiesa dei Santi Crisanto e Daria Martiri
Santi Crisante e Daria Santi Grisante e Daria Santi Martiri Grisante e Daria e Ilario SS. Crisanto e Daria Mm.

REGGIO EMILIA
via chiesa di Casalpo' - Casalpò, Poviglio (RE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Reggio Emilia - Guastalla
Tipologia: chiesa
L'origine dalla chiesa di Casalpo' è incerta. Una chiesa intitolata ai Santi Grisante e Daria Martiri esisteva già nel XVI secolo. Era situata fuori del paese. Dentro al paese ve n'era un'altra dedicata a Sant'Ilario Vescovo e Dottore. Secondo la tradizione, prima del 1560 ne fu eretta una nuova sotto il titolo congiunto dei santi Grisante e Daria Martiri ed Ilario (Fonte: Archivio delle Parrocchie della Diocesi). Sembra possa trattarsi dell'odierna chiesa, poi ricostruita ed ampliata, oggi... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'origine dalla chiesa di Casalpo' è incerta. Una chiesa intitolata ai Santi Grisante e Daria Martiri esisteva già nel XVI secolo. Era situata fuori del paese. Dentro al paese ve n'era un'altra dedicata a Sant'Ilario Vescovo e Dottore. Secondo la tradizione, prima del 1560 ne fu eretta una nuova sotto il titolo congiunto dei santi Grisante e Daria Martiri ed Ilario (Fonte: Archivio delle Parrocchie della Diocesi). Sembra possa trattarsi dell'odierna chiesa, poi ricostruita ed ampliata, oggi conosciuta con la dedica ai Santi Crisanto [o Crisante o Grisante] e Daria Martiri. La chiesa di Casalpò sorge isolata, in territorio rurale. A sud è annessa alla canonica, oggi in disuso. Sul lato nord sono stati realizzati dei locali di servizio. Tutt'intorno è circondata da un prato erboso molto esteso. La facciata è disadorna. Soltanto due alte paraste definiscono l'ampiezza della navata, e sorreggono il timpano centrale appena accennato; altre due paraste serrano le estremità laterali della facciata. La struttura planimetrica della chiesa è costituita da un'ampia navata con tre cappelle per lato, delle quali soltanto quattro hanno altari. Sul lato destro (sud): cappella di San Giuseppe e cappella della B.V. del Rosario. Sul lato sinistro (nord): cappella della B.V. della Cintura e cappella dei Santi Antonio Abate e Antonio da Padova. Le prime due cappelle vicino all'ingresso sono prive di altari (quella a nord ospita il Fonte Battesimale e un confessionale, quella a sud due confessionali). L'incontro della navata col presbiterio è segnato da due modesti spazi di collegamento al di sopra dei quali, nel 1895, sono state collocate le cantorie. Tutta la pavimentazione della chiesa è stata rifatta tra il 1962 e il 1964. Il vecchio pavimento in mattoni è stato sostituito con uno in tessere di ceramica a mosaico realizzato da volontari della parrocchia. Anche le pareti del presbiterio sono state decorate con tessere a mosaico e così pure la moderna mensa collocata nel 1969. La sagrestia, posta sul lato sud del presbiterio, è collegata al campanile che risulta tutto compreso entro la struttura muraria della chiesa.

Impianto strutturale

La struttura portante della chiesa è presumibilmente realizzata in muratura laterizia. Secondo quanto riporta l'ing. Gasparini, nel suo progetto di miglioramento antisismico (2000), il muro d'ambito a nord si regge su di una struttura a contrafforti fondata su di un sostegno costituito in parte da materiale lapideo.

Pianta

L'impianto planimetrico è costituito da un'ampia navata suddivisa in quattro campate. Su di essa aggettano tre profonde cappelle per lato, comunicanti tra di loro. Prima del presbiterio, al di sopra di due modesti spazi, sono collocate le cantorie. Il presbiterio è rialzato di un gradino rispetto al piano della navata e termina con un coro poligonale al centro del quale è situato il dipinto raffigurante la Vergine con il Bambino e i Santi Crisanto e Daria martiri e S. Ilario Vescovo. La sagrestia è posta sul lato sud del presbiterio, ma comunica soltanto con la navata. Sullo stesso lato sorge anche la torre campanaria, accessibile sia dall'esterno che dalla sagrestia. La sua struttura è tutta inglobata nel perimetro murario della chiesa. Dimensioni complessive dell'interno: larghezza 14,25 mt, lunghezza 23,40 mt, altezza ca. 10,00 mt. Dimensioni della navata: larghezza 7,15 mt, lunghezza 15,20 mt.

Interno

Lo spazio interno è scandito dalla successione delle quattro campate della navata e dalle alte aperture ad arco su pilastri che individuano le cappelle laterali e le cantorie. Manca la trabeazione. Le cappelle laterali sono piuttosto profonde e comunicano tra di loro. Sono tre per lato e tutte coperte con volta a crociera. Le prime due vicino all'ingresso sono prive di altare. In quella di destra (lato sud) sono collocati due confessionali e un dipinto sulla parete raffigurante la Vergine Maria con S. Pietro, S. Carlo e S. Francesco eseguito dal pittore Giovanni Botta[?], in

XVI sec. - XVI sec. (nucleo originario intero bene)

Il nucleo originario della chiesa di Casalpo' sembra possa risalire a prima del 1560. Secondo la tradizione, non confermata da documenti, l'edificio religioso era intitolato congiuntamente ai Santi Grisante e Daria Martiri e a S. Ilario Vescovo e Dottore. Oggi la chiesa, dopo aver subito ricostruzioni e ampliamenti, è conosciuta con la dedica soltanto ai Santi Crisanto [o Crisante o Grisante] e Daria Martiri. Sant'Ilario rimane raffigurato nel dipinto di autore ignoto collocato al centro dell'abside del coro.

1679 - 1680 (costruzione volta della navata intero bene)

Tra il 1679 e il 1680 viene realizzata la volta della navata.

1713 - 1713 (visita pastorale intero bene)

Secondo quanto riportato nella relazione alla visita pastorale del vescovo Marazzani del 1713, la chiesa di Casalpo' aveva un battistero, i confessionali, l'altare maggiore, l'altare di S. Domenico, l'altare della B.V. Maria della Cintura, l'altare di S. Giuseppe, l'altare di S. Antonio da Padova, una sagrestia e un campanile con due campane. Il rettore era Carlo Bianchi di Parma.

1853 - 1853 (mutamento giurisdizione ecclesiastica carattere generale)

Nel 1853 la chiesa di Casalpo' passa dalla diocesi di Parma alla diocesi di Reggio Emilia.

1881 - 1881 (lavori di finitura esterna intero bene)

La chiesa e la torre campanaria vengono completate esternamente con la stesura dell'intonaco. La sagrestia viene trasferita in altro locale.

1895 - 1895 (cantorie interno)

Nel 1895 vengono realizzate due cantorie nelle due cappelle della navata, prima del presbiterio. Viene collocato anche l'organo nuovo.

XX metà - XX metà (lavori di ammodernamento intero bene)

A partire dagli anni '50 del Novecento vengono intrapresi dei lavori di rinnovamento delle finiture resosi necessari anche a seguito dei danni prodotti dall'alluvione del 1951. Nel 1959-60, con l'ausilio di maestranze reperite volontariamente tra i giovani della parrocchia, viene eseguita la decorazione interna della navata e delle cappelle di S. Giuseppe e di S. Antonio da Padova e S. Antonio Abate. Le cappelle della B.V. della Cintura e della B.V. del Rosario erano già state rinnovate da decoratori locali nel 1952. Tra il 1960 e il 1964 si pone mano alla sostituzione del vecchio pavimento in mattoni con uno nuovo realizzato a mosaico con tessere di ceramica donate da un benefattore. Anche in questo caso le maestranze impiegate sono volontari, per lo più giovani. Nel 1969 l'altare maggiore in legno viene sostituito con uno in cemento armato rivestito a mosaico. Nello stesso anno vengono anche rivestite, sempre a mosaico, le pareti del presbiterio.

1996 - 2002 (lavori di consolidamento antisismico intero bene)

A seguito dell'evento sismico del 1996 si interviene sulla chiesa con prime opere di somma urgenza dirette dall'arch. Fausto Fracassi. Successivamente viene approntato dall'ing. Gasparini Pietro Antonio un progetto di miglioramento antisismico delle strutture che prevede interventi sulla muratura e sulle volte dalla navata e delle cappelle laterali.

Mappa

Cimiteri a REGGIO EMILIA

Via Suor Enrichetta Monti Bibbiano (Re)

Via Cimitero Nuovo 4 Correggio (Re)

Via Francesco Santi Quattro Castella (Re)

Onoranze funebri a REGGIO EMILIA

Via Della Libertà, 2 B 42048 Rubiera

Via A. Moro 10 42034 Casina

Via Quarti 17 42023 Reggio Emilia