Chiese in Provincia di Reggio Emilia - città di : Oratorio di Santa Maria Maddalena

Oratorio di Santa Maria Maddalena
S. Maria Maddalena

REGGIO EMILIA
Pontone, Carpineti (RE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Reggio Emilia - Guastalla
Tipologia: oratorio
L'oratorio di piccole dimensioni interamente in muratura di pietra a vista si trova sulla sommità di un poggio. La facciata a capanna è orientata liturgicamente; il portale architravato è sormontato in vertice da una finestrella quadrilobata. Un campaniletto a vela in pietra è posto a filo del prospetto principale. L'interno ad aula si presenta coperto con un solaio di recente realizzazione. Le pareti sono scandite da lesene senza capitello. La pavimentazione in cotto e l'altare in pietra... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'oratorio di piccole dimensioni interamente in muratura di pietra a vista si trova sulla sommità di un poggio. La facciata a capanna è orientata liturgicamente; il portale architravato è sormontato in vertice da una finestrella quadrilobata. Un campaniletto a vela in pietra è posto a filo del prospetto principale. L'interno ad aula si presenta coperto con un solaio di recente realizzazione. Le pareti sono scandite da lesene senza capitello. La pavimentazione in cotto e l'altare in pietra sono stati realizzati nel corso dell'ultimo restauro.

Pianta

L'oratorio ha pianta rettangolare, l'interno è ad aula coperto con un solaio in laterocemento realizzato recentemente. Un gradino eleva la parte presbiteriale rispetto all'assemblea.

Prospetti

La facciata è a capanna, orientata liturgicamente, caratterizzata da un portale architravato e da una finestrella quadrilobata posta in sommità. Oltre a questa è presente solo un'altra apertura sul lato sud, che illumina l'interno in corrispondenza del presbiterio.

Struttura

La struttura portante è in muratura di pietra arenaria a blocchi squadrati, realizzata a più riprese ma con gli stessi materiali nel corso della storia di crolli e ricostruzioni dell'edificio. Il prospetto sud, ricostruito nel 1970 su una fondazione in calcestruzzo armato affiorante dal terreno, è costituito da un paramento interno di laterizi forati finito esternamente con muratura di pietra di recupero.

Coperture

La struttura di copertura è stata ricostruita nel 1970 utilizzando una struttura portante di travi in legno d'abete "uso Trieste", sormontati da listelli di abete e manto di copertura in coppi in doppio strato ricomposto secondo la tecnica tradizionale.

Pavimentazioni

La pavimentazione interna in cotto è stata introdotta nel corso degli ultimi interventi, sostituendo il precedente pavimento in piastrelle di ceramica smaltata.

1191 - 1302 (preesistenze carattere generale)

L'oratorio di Santa Maria Maddalena figura consacrato nel 1191. E' poi citato in una Bolla dell'Abbazia di Marola nel 1240 e compare tra le chiese dipendenti della Pieve di S. Vitale di Carpineti nel 1302 con la denominazione "S. Maria Maddalena de Sacazo". Non vi è memoria della presenza di un altro luogo di culto all'interno del centro abitato di Saccaggio, quindi si pensa che l'ubicazione della antica chiesa parrocchiale coincida con quella dell'attuale oratorio.

1439 - 1441 (notizie carattere generale)

Negli anni 1439-1441 compare nell'Inventario dei Beni Ecclesiastici compilato dal notaio Antonio Pittori con la denominazione "S. Maria Maddalena del Saccaggio".

1543 - 1543 (stato di degrado preesistenze)

Nel 1543 in occasione della visita del Vescovo Cervini la chiesa è trovata in condizioni precarie. In questo periodo viene unita alla chiesa di Pontone.

1700 - 1750 (crollo e ricostruzione preesistenze)

Le fonti riportano che la primitiva chiesa crollò per motivi ignoti probabilmente nella prima metà del 1700 e venne ricostruita in dimensioni ridotte nello stesso luogo, inglobando la parte non interessata dal crollo (attuale sacrestia) e riutilizzando il materiale lapideo della precedente costruzione.

1970 - 1970 (crollo e parziale ricostruzione intero bene)

Dal momento della ricostruzione ad oggi l'oratorio ha subito diversi interventi di rimaneggiamento, il più pesante dei quali nel 1970, in seguito al crollo della facciata sud e della copertura. In occasione della parziale ricostruzione sono stati realizzati interventi incongrui.

2008 - 2009 (restauro intero bene)

Nel 2009 la Soprintendenza ritiene compatibili con il carattere storico dell'oratorio le opere di restauro che erano state realizzate senza autorizzazione prima di quell'anno. Gli interventi eseguiti sia all'interno che all'esterno hanno interessato in particolare quegli elementi deturpati nel 1970, restituendo loro caratteri congrui sotto la supervisione dell'architetto Chiara Paolini.

Mappa

Cimiteri a REGGIO EMILIA

Viale Iv Novembre 43 Boretto (Re)

Via Beretti S. Reggio Emilia (Re)

Via Francesco Santi Quattro Castella (Re)

Onoranze funebri a REGGIO EMILIA

Via Provinciale 8/C Scandiano

Snc, Piazzale Rovereto Snc Castelnovo Ne' Monti

Via Circonvallazione,33/A 42016 Guastalla