Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di San Pietro in Vincoli

Chiesa di San Pietro in Vincoli

PARMA
Casale Val Taro, Tornolo (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Pietro in Vincoli sorge in località Casale Val Taro, all'interno dell'abitato, lungo la Strada Comunale, sulla quale affaccia, preceduta da un ampio sagrato cui si accede da una scalinata di dieci gradini, con orientamento Est-Ovest. La facciata neoromanica è a vento, a salienti, tripartita da lesene a tutta altezza, su basamenti in pietra a vista. Nella parte centrale si apre l'unico portale, centinato a sesto ribassato, preceduto da un protiro su colonnine in pietra. Al di... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Pietro in Vincoli sorge in località Casale Val Taro, all'interno dell'abitato, lungo la Strada Comunale, sulla quale affaccia, preceduta da un ampio sagrato cui si accede da una scalinata di dieci gradini, con orientamento Est-Ovest. La facciata neoromanica è a vento, a salienti, tripartita da lesene a tutta altezza, su basamenti in pietra a vista. Nella parte centrale si apre l'unico portale, centinato a sesto ribassato, preceduto da un protiro su colonnine in pietra. Al di sopra del portale si apre il rosone, con pilastrini a raggiera, incorniciato da un arcone a tutto sesto. La parte centrale della facciata è decorata con due specchi a casula, ai lati del portale. I rampanti della facciata sono percorsi da una cornice ad archetti pensili a tutto sesto. I fronti laterali sono scanditi in cinque campate da lesene ed in corrispondenza delle prime quattro presentano finestroni a lunetta, al centro. L'abside semicircolare è forato ai lati da monofore a tutto sesto e sul retro da un finestrone rettangolare. La torre campanaria si addossa all'abside sul lato destro. A pianta quadrata su tre ordini, separati da cornici marcapiano, con lesene d'angolo, termina con una cella aperta sui quattro lati da monofore a tutto sesto. La cella è sormontata da un tamburo circolare, scandito da lesene, con quattro aperture cruciformi e coperto con cupola con manto in rame.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, a tre navate, a quattro campate, scandite da lesene doriche, tra le quali corre una cornice spezzata, in leggero aggetto lungo la navata, il presbiterio e l'abside. La navata maggiore è voltata a botte, percorsa dagli archi a tutto sesto trasversali, tra le campate. La volta è forata da unghie in corrispondenza del claristerio. Le navate laterali, voltate a crociera, si aprono sulla navata maggiore, con archi a tutto sesto su pilastri rettangolari con lesene doriche, e in corrispondenza della terza campata ospitano le cappelle votive, dedicate a sinistra alla Madona del Rosario, a destra alla Addolorata. Il presbiterio, sopraelevato due gradini in marmo, sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a tutto sesto su pilastri murali. A pianta rettangolare, a unica campata è voltato a botte. La volta è forata da unghie in corrispondenza del claristerio. L'abside semicircolare è tripartita da lesene doriche e voltata a vele.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e presbiterio. Manto di copertura in tegole di pietra.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle di granito grigie lungo la navata, nel presbiterio e nell'abside.

Elementi decorativi

Le volte e le pareti della navata, del presbiterio e dell'abside sono affrescate a motivi floreali e soggetti religiosi.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura portante.

XVIII - XIX (ampliamento intero bene)

Da una relazione stilata nel 1956 dal parroco Costantino Tedaldi, emerge che all'inizio la chiesa doveva avere una pianta a croce greca in stile rinascimentale. In seguito, in un'epoca non precisabile si ebbe il prolungamento della navata centrale con l'aggiunta di due cappelle laterali comunicati con le due cappelle del braccio trasversale della pianta precedente. La facciata è realizzata in stile neoclassico.

1716 - 1716 (costruzione torre campanaria)

Non si è a conoscenza del periodo preciso di erezione della chiesa. Nel 1716 fu eretta l'attuale torre campanaria, ma la chiesa munita di un atrio e in proporzioni più ristrette, esisteva già molto tempo prima.

1892 - 1892 (ampliamento intero bene)

Al di sopra del portale, sull'architrave, è incisa la data 1892, corrispondente all'anno in cui l'edificio venne ampliato. Vennero infatti costruite quattro cappelle laterali che non essendo distinte dai muri di divisione, formarono con le altre cappelle già esistenti, due navate laterali.

XX - XX (rifacimenti intero bene)

Negli anni venti del XX secolo la chiesa fu abbassata e venne rifatto il pavimento. Nello stesso momento si provvide a farla interamente decorare. Nel 1925 fu messo in opera il concerto di campane.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Strada Comunale Del Cimitero Zibello (Pr)

Via Enza Montechiarugolo (Pr)

Via Del Cimitero Traversetolo (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Viale Matteotti 89 Salsomaggiore Terme

Via Abbeveratoia 45/A Parma