Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta

PARMA
Alpe, Bedonia (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in località Alpe di Bedonia, all'interno del centro abitato, preceduta da un ampio sagrato, lastricato in pietra, con orientamento Est-Ovest. La facciata, a salienti, coronata da un frontone triangolare, su due ordini, separati da una trabeazione, spezzata in aggetto, con cornice decorata con festoni, in stucco, è scandita da lesene doriche, a fascio al primo ordine. Al centro, nella parte inferiore si apre l'unico portale a sesto ribassato con stipiti... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in località Alpe di Bedonia, all'interno del centro abitato, preceduta da un ampio sagrato, lastricato in pietra, con orientamento Est-Ovest. La facciata, a salienti, coronata da un frontone triangolare, su due ordini, separati da una trabeazione, spezzata in aggetto, con cornice decorata con festoni, in stucco, è scandita da lesene doriche, a fascio al primo ordine. Al centro, nella parte inferiore si apre l'unico portale a sesto ribassato con stipiti in conci di pietra. In chiave di volta sono scolpite le date 1802-1823. Al secondo ordine si apre, al centro un finestrone, strombato, a sesto ribassato. Al di sotto della trabeazione del frontone si trova la dedicazione, in stucco: MARIAE ASSUMPTAE VIRCINI. I fronti laterali sono scanditi in tre campate e forati, nella parte superiore, al centro delle campate, da tre finestroni rettangolari. Al fronte destro si addossa la Sagrestia e il campanile. Sul retro, l'abside semicircolare è forata, nella parte bassa, ai lati da due finestroni rettangolari, in quella lata, ai lati da altri due finestroni quadrati. Il campanile, in pietra a vista, a pianta quadrata, su due ordini, separati da cornici marcapiano, con lesene d'angolo e fronti decorati con specchi rettangolari, aperti da piccole monofore rettangolari, termina con un'alta cella campanaria, con lesene d'angolo, aperta sui quattro lati da monofore a tutto sesto, coronata da una trabeazione spezzata in aggetto. La cella è sormontata da un tamburo ottagonale, con lesene doriche d'angolo, forato su due lati da strette monofore a tutto sesto, coronato da una cornice modanata in aggetto e coperto con cupola a cipolla in pietra.

Pianta

Schema planimetrico basilicale a navata unica voltata a botte di tre campate, scandite da lesene corinzie binate, al di sopra delle quali corre una trabeazione spezzata in aggetto, lungo la navata, il presbiterio e l'abside. In continuità con le lesene s'impostano gli archi trasversali a tutto sesto della volta. La volta è forata dalle unghie dei finestroni rettangolari del claristerio. In corrispondenza delle campate si aprono sulla navata, con archi a tutto sesto, su lesene doriche, tre cappelle votive per lato, poco profonde, a pianta rettangolare, voltate a botte. Le cappelle sono rispettivamente dedicate, quelle di destra ala Madonna Addolorata, a San Rocco e alla Santa Croce, quelle di sinistra al Battistero, Sant'Antonio, alla Madonna del Rosario. Il Presbiterio, rialzato di tre gradini, in marmo bianco di Carrara, sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a sesto ribassato, su pilastri murali. A unica campata rettangolare è voltato a botte. La volta è forata dalle unghie delle lunette del claristerio. L'abside semicircolare, tripartito da lesene corinzie, è coperto da volta a vele. La volta è forata dalle unghie dei finestroni e della lunetta centrale del claristerio.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata centrale e il presbiterio. Manto di copertura in tegole marsigliesi.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle di marmo lungo la navate nel Presbiterio e nell'abside.

Elementi decorativi

Le volte e le pareti della navata, delle cappelle, del presbiterio e dell'abside sono affrescate (Lagasi di Bedonia)

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura portante.

XVIII - XIX (costruzione intero bene)

L'edificio risale al Settecento e si presenta con una semplica facciata ed un alto campanile con finitura mossa. Il portale ha uno stipite in pietra. Nella parte superiore sono presenti due date: 1802 e 1823. Internamente l'edificio è stato interamente dipinto da Lagasi di Bedonia. Lo spazio è caratterizzato dall'apertura di tre cappelle per lato. Secondo Alessandro Wolf esisteva già una chiesa nel XIV secolo che dipendeva da Sant'Antonino di Bedonia.

1989 - 1999 (restauro intero bene)

L'edificio fu oggetto di lavori di restauro che vennero eseguiti a partire dal 1989 e che si protrassero fino al 1999. Tali restauri riguardarono sopratturro il tetto e gli interni (affrescati dal Prof. Ugo Lagasi di Cavignaga).

Mappa

Cimiteri a PARMA

Via Po 1 Colorno (Pr)

Strada Langhirano 400 Parma (Pr)

Strada Val Sporzana (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Via Vasari 11 Parma

Via P.F. Carrega, 55 43044 Collecchio

Via Caduti Del Lavoro 9 Borgo Val Di Taro