Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Giovanni Battista

PARMA
Chiesiola, Bedonia (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di san Giovanni Battista sorge in località Chiesiola, isolata, preceduta da un ampio sagrato, parzialmente lastricato in pietra, con orientamento Nord-Sud. La facciata a capanna è rinserrata agli angoli da lesene tuscaniche. Al centro si apre, nella parte inferiore, l'unico portale, a tutto sesto, con stipiti con capitelli corinzi, e arco in granito, scolpito, con motivi a croce, al centro degli stipiti e le date 1714-1914 al centro della chiave di volta. Al di sopra del portale si... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di san Giovanni Battista sorge in località Chiesiola, isolata, preceduta da un ampio sagrato, parzialmente lastricato in pietra, con orientamento Nord-Sud. La facciata a capanna è rinserrata agli angoli da lesene tuscaniche. Al centro si apre, nella parte inferiore, l'unico portale, a tutto sesto, con stipiti con capitelli corinzi, e arco in granito, scolpito, con motivi a croce, al centro degli stipiti e le date 1714-1914 al centro della chiave di volta. Al di sopra del portale si apre il rosone circolare con cornice in pietra modanata. Al di sopra del rosone si trova una nicchia a forma di croce. Ai fronti laterali si addossano i volumi di una cappella votiva per lato, quella di sinistra forato da un finestrone a lunetta, e al fronte destro anche l'edificio della Canonica. Nel fronte sinistro si apre una piccola nicchia a tutto sesto che accoglie la statua in marmo della Madonna. Sul retro, l'abside semicircolare è forata ai alti da due monofore a tutto sesto, in alto da un finestrone a lunetta. Il campanile si addossa all'abside sul lato sinistro. A pianta quadrata, su quattro ordini, separati da cornici marcapiano, i cui fronti sono decorati con nicchie a croce, termina con una cella, con lesene d'angolo, aperta sui quattro lati da monofore a tutto sesto. La cella, coronata da una cornice aggettante, è sormontata da un tamburo ottagonale, forato su quattro lati da monofore a tutto sesto, coperto con cupolino con manto in rame.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, a navata unica, a tre campate, scandite da lesene doriche binate, al di sopra delle quali corre una trabeazione spezzata, in leggero aggetto lungo la navata, il presbiterio e l'abside. La navata è voltata a botte, percorsa dagli archi a tutto sesto trasversali, tra le campate. La volta è forata da unghie in corrispondenza della terza campata, dove con archi a tutto sesto, a tutta altezza, si aprono sulla navata due cappelle votive, a pianta rettangolare, voltate a botte. Le cappelle sono dedicate rispettivamente, quella di destra alla Madonna del Rosario, quella di sinistra al Battistero e Sant'Antonio da Padova. Il presbiterio, sopraelevato di tre gradini in marmo bianco, sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a tutto sesto su pilastri murali. A pianta rettangolare, a due campate scandite da lesene doriche, è voltato a botte. La volta è forata da unghie in corrispondenza del claristerio. L'abside semicircolare è tripartita da lesene doriche e voltata a vele.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e presbiterio. Manto di copertura in tegole marsigliesi.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle in cemento lungo la navata, nel presbiterio e nell'abside.

Elementi decorativi

Le volte e le pareti della navata, del presbiterio e dell'abside sono affrescate a motivi floreali e soggetti religiosi. Al centro della volta sono effigiati: S. Giovanni Battista in gloria, decollazione di S. Giovanni Battista. Sulle vele sono raffigurati i 4 Evangelisti (Carlo Botti, del 1939)

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura portante.

XVIII - XVIII (costruzione intero bene)

La chiesa di Chiesiola è una costruzione che venne eretta attorno al 1714. All'interno dell'edificio sono conservati arredi settecenteschi di cui ne è un esempio l'altare maggiore, prodotto da maestranze liguri. Anche le decorazioni a stucco ad ornamento delle cappelle sono riconducibili al Settecento.

XX - XX (restauro intero bene)

L'edificio fu restaurato nei primi anni del XX secolo, esattamente nel 1914.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Viale Cimitero Borgo Val Di Taro (Pr)

Via Enza Montechiarugolo (Pr)

Strada Comunale Del Cimitero Zibello (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Viale Matteotti 97/A Salsomaggiore Terme

Via Solferino, 14 Fornovo Di Taro

Via Berenini 165 Fidenza