Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di San Michele Arcangelo

Chiesa di San Michele Arcangelo

PARMA
Belforte, Borgo Val di Taro (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La Chiesa di San Michele Arcangelo sorge in località Belforte, isolata, con orientamento Nord-Sud. La facciata è a capanna, rinserrata agli angoli da lesene doriche e coronata da frontone triangolare. Al centro del timpano si apre un finestrone circolare. Nella Parte inferiore al centro si apre l'unico portale, rettangolare, cui si accede da una scalinata in pietra di sette gradini. Al di sopra del portale si apre una nicchia a tutto sesto. Ai fronti laterali, in pietra a vista si addossano i... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La Chiesa di San Michele Arcangelo sorge in località Belforte, isolata, con orientamento Nord-Sud. La facciata è a capanna, rinserrata agli angoli da lesene doriche e coronata da frontone triangolare. Al centro del timpano si apre un finestrone circolare. Nella Parte inferiore al centro si apre l'unico portale, rettangolare, cui si accede da una scalinata in pietra di sette gradini. Al di sopra del portale si apre una nicchia a tutto sesto. Ai fronti laterali, in pietra a vista si addossano i volumi, più bassi, di diversa altezza, perchè seguono il declivio, di due cappelle votive. Nei fronti laterali si aprono un finestrone a lunetta per lato. Sul retro l'abside semicircolare è forato da due finestroni rettangolari, ai lati.

Pianta

Schema planimetrico basilicale a unica navata, di tre campate, scandite da alti pilastri murali dorici, tra i quali corre una cornice modanata in aggetto, lungo la navata e nel pesbiterio. Le campate sono coperte da volte a botte, forate dalle unghie dei finestroni e lunette del claristerio. In corrispondena della seconda e terza campata si aprono, con archi a tutto sesto le cappelle votive, a pianta rettangolare, voltate a botte. Il presbiterio, rialzato di un gradino sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a tutto sesto. A pianta rettangolare, a unica campata è voltato a botte, con la volta forata dalle unghie dei finestroni. L'abside semicircolare è coperta da volta a catino.

Coperture

Tetto a falde con manto in coppi.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in mattonelle di marmo.

Elementi decorativi

Le volte sono affrescate con busti di Santi e motivi floreali.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura di pietra portante.

XII - XII (origine intero bene)

La chiesa primitiva di Belforte sorgeva nel fondovalle, nei pressi di Ostia. Era un edificio romanico che a partire dal 1230 si trovava alle dipendenze del Vescovo di Pavia. Nel 1564 risultava invece nella giurisdizione vescovile di Parma. L'edificio originario venne demolito nel 1970.

XIII - XVII (costruzione intero bene)

Il castello di Belforte fu costruito nel XIII secolo e progressivamente intorno ad esso venne a formarsi il borgo abitativo. In tale contesto fu costruita una primitiva cappella che in seguito divenne parrocchiale mantenendo la stessa dedicazione. La costruzione attuale è il risultato dell'aggregazione del campanile a della sagrestia al nucleo tardo-rinascimentale dell'aula absidata con cappelle laterali. Nella seconda metà del XVII secolo l'edificio è già dotato di tre altari e del campanile. Nel corso del XVIII secolo la chiesa necessita di riparazioni a causa dei danni provocati dagli agenti atmosferici che la colpiscono con particolare violenza.

XIX - XIX (rifacimenti intero bene)

La Fornari Schianchi ricorda che la realizzazione della volta sull'aula e sulla sagrestia e la sistemazione degli accessi e del fabbricato addossato al campanile sono state realizzata tra 1837 e 1840 dai capimastri Giacomo e Pietro Tocchi. La perizia generale dell'intervento del 1832 è invece dell'Ing. Pietro Tagliasacchi. Nel 1867 fu ristrutturato il coro e tre anni dopo, nel 1870, la canonica venne riparata. Nel 1895 la parete ovest della chiesa venne restaurata dal pittore Mariani.

1910 - 1910 (restauro fronti esterni)

Nel 1910 furono restaurati i fronti esterni.

1933 - 1935 (restauro intero bene)

Tra il 1933 e i 1935 venne eseguito il risanamento del tetto e la ripulitura degli interni.

1956 - 1968 (restauro campanile)

Dal 1956 al 1968 fu restaurato il campanile e revisionato il tetto.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Strada Lazzaretto 1 (Pr)

Via Domenico Galaverna Collecchio (Pr)

Via Marazzuola 1 Salsomaggiore Terme (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Via Martiri Della Liberta' 17 Varano De' Melegari

Viale Della Liberta' 130 Borgo Val Di Taro

Via Garibaldi 66 Sala Baganza