Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di San Martino Vescovo

Chiesa di San Martino Vescovo

PARMA
San Martino in Rivosecco, Borgo Val di Taro (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Martino vescovo sorge in località San Martino Rivosecco, isolata, con orientamento Est-Ovest, preceduta da un ampio sagrato. La facciata, in conci di pietra a vista, è a capanna, rinserrata agli angoli da contrafforti a tutta altezza. I rampanti del tetto sono percorsi da una cornice ad archetti pensili a tutto sesto. Al centro, sopraelevato di un gradino in pietra, sul piano del sagrato, si apre l'unico portale, a tutto sesto, strombato, con stipiti e cuspide di coronamento... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Martino vescovo sorge in località San Martino Rivosecco, isolata, con orientamento Est-Ovest, preceduta da un ampio sagrato. La facciata, in conci di pietra a vista, è a capanna, rinserrata agli angoli da contrafforti a tutta altezza. I rampanti del tetto sono percorsi da una cornice ad archetti pensili a tutto sesto. Al centro, sopraelevato di un gradino in pietra, sul piano del sagrato, si apre l'unico portale, a tutto sesto, strombato, con stipiti e cuspide di coronamento in pietra. Al di sopra del portale si apre un rosone circolare strombato. Ai fronti laterali si addossano i volumi, più bassi, senza soluzione di continuità, delle cappelle votive, scandite in due campate da lesene doriche. Il braccio sinistro del transetto è forato da un finestrone orbicolare. Al fronte destro si addossa la Canonica. Sul retro il presbiterio è forato da due monofore a tutto sesto, ai lati e un rosone centrale, in alto. Il campanile, in conci di pietra a vista, a pianta quadrata, termina con una cella, con lesene d'angolo, forato sui quattro lati da monofore a tutto sesto e coperta da tetto a quattro falde, con manto in coppi.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, a croce latina, a navata unica, a tre campate, scandite da lesene doriche, tra le quali corre una cornice spezzata, in leggero aggetto, lungo la navata e il presbiterio. La navata, nelle prime due campate è voltata a botte, con la volta percorsa dagli archi a tutto sesto trasversali, tra le campate. La terza campata è voltata a cupola su pennacchi emisferici. I bracci del transetto sono voltati a botte. In corrispondenza delle campate si aprono sulla navata, con archi, a tutto sesto, su lesene doriche, quattro cappelle votive, di cui le quella in corrispondenza della seconda campata di destra, tamponata. Le cappelle sono dedicate rispettivamente, quelle di destra alla Madonna di Loreto e al Confessionale, nel braccio del presbiterio, quelle di sinistra al Battistero e al Sacro Cuore. Le cappelle e la terza campata sono sopraelevate di un gradino in pietra sul piano della navata. Il presbiterio, sopraelevato di due gradini, in pietra, sul piano della chiesa, a pianta rettangolare, a unica campata è voltato a botte.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e presbiterio. Manto di copertura in tegole marsigliesi.

Pavimenti e pavimentazioni

In lastre di pietra.

Elementi decorativi

Nessuna decorazione di pregio.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura portante.

XIII - XIV (origine intero bene)

Durante gli scavi archeologici effettuati all'interno dell'edificio, sono emerse le prove della successione di tre fasi edilizie e numerose sepolture, anch'esse riconducibili a tre periodi diversi. Alla prima fase corrisponde la struttura più antica riconducibile a un forno, collocata nella prima campata della navata. I resti della prima cappella tardomedievale invece, sono stati individuati al di sotto del presbiterio e dello pseudo-transetto.

XV - XV (ampliamento intero bene)

La cappella rimase invariata fino al XV secolo quando si verificò l'ampliamento riconducibile alla seconda fase a cui appartiene la costruzione di un avancorpo addossato al muro di facciata e una cappella semicircolare a nord, situata al centro del braccio nord del transetto attuale.

XVIII - XVIII (rifacimento intero bene)

La terza fase risale al XVIII secolo quando le costruzioni delle prime due fasi furono demolite per permettere la costruzione di una pianta a croce greca.

1782 - 1782 (ricostruzione intero bene)

L'attuale chiesa parrocchiale fu costruita sulle fondamenta della vecchia chiesa nel 1782.

XIX - XIX (costruzione campanile)

Il campanile e la cononica risalgono al XIX secolo.

1927 - 1927 (restauro intero bene)

Alcune riparazioni vennero eseguite in occasione della visita pastorale del 1927.

1934 - 1934 (ampliamento intero bene)

Al 1934 la chiesa divenne a croce latina. Fu allungata verso ovest con l'aggiunta di due campate e due cappelle

XXI - XXI (restauro intero bene)

Negli anni tra 2000 e 2003 e tra 2004 e 2006 fu messo in opera il restauro e consolidamento della chiesa.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Via Enza Montechiarugolo (Pr)

Via Po 1 Colorno (Pr)

Via Marazzuola 1 Salsomaggiore Terme (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Via Caduti Per La Libert? 17 Noceto

Via Gramsci 31 Sorbolo

Via Don Minzoni 36 43018 Sissa