Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta

PARMA
Drusco, Bedonia (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in Drusco, all'interno dell'abitato, in posizione isolata, con orientamento Est-Ovest, preceduta da un sagrato poco profondo. La facciata a capanna è tripartita e rinserrata agli angoli da lesene a tutta altezza. I rampanti della cuspide sono percorsi da archetti a tutto sesto pensili. Al centro si apre l'unico portale, a tutto sesto, con stipiti e arco in pietra. Al di sopra del portale si apre un rosone circolare. Ai fronti si addossano, a destra la... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in Drusco, all'interno dell'abitato, in posizione isolata, con orientamento Est-Ovest, preceduta da un sagrato poco profondo. La facciata a capanna è tripartita e rinserrata agli angoli da lesene a tutta altezza. I rampanti della cuspide sono percorsi da archetti a tutto sesto pensili. Al centro si apre l'unico portale, a tutto sesto, con stipiti e arco in pietra. Al di sopra del portale si apre un rosone circolare. Ai fronti si addossano, a destra la torre campanaria, un portico con arcate a tutto sesto e la sagrestia, a sinistra i bassi volumi di locali di servizio. Nei fronti laterali, nel presbiterio e abside si aprono, a varie altezze, finestre rettangolari e quadrate, strombate.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, con transetto, a unica navata, scandita da lesene doriche in tre campate. Al di sopra delle lesene corre una cornice modanata e una trabeazione, lungo la navata, nel presbiterio e abside, spezzata, in aggetto. la navata è coperta da volta a botte, percorsa dagli archi a tutto sesto trasversali, tra le campate e forata dalle unghie dei finestroni. In corrispondenza della seconda campata di destra, nella parete si inserisce una nicchia, in corrispondenza della prima e seconda di sinistra si aprono, con archi a tutto sesto, la cappella del Battistero e una cappella votiva, entrambe voltate a botte. In contro facciata il rosone circolare presenta una strombatura a croce quadrilobata. I bracci del transetto, a pianta rettangolare, voltati a botte, accolgono altari votivi. Il presbiterio, rialzato di un gradino, sul piano della chiesa, si apre verso l'aula con un arco a tutto sesto, su pilastri mural. Nei pilastri, verso la navata si inseriscono nicchie a tutto sesto. Il presbiterio, a pianta rettangolare, a due campate, scandito da lesene doriche, è coperto da volta a botte, forata dalle unghie dei finestroni. L'abside semicircolare, tripartita, è coperta da volta a vele.

Coperture

Tetto a falde con manto in coppi.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in marmo bianco e nero, con passatoie in marmo rosso.

Elementi decorativi

Le lesene sono rivestite in marmo rosso e grigio. Le volte e gli archi sono dipinti a motivi floreali, festoni, cielo stellato e soggetti religiosi.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura di mattoni portante.

XIV - XIV (costruzione intero bene)

La località di Drusco, col nome SALTUM DRUSIANUM, compare nella VI colonna della Tavola Alimentaria di Veleia rinvenuta nel 1747 e risalente al 110 d. C.. La chiesa di Santa Maria Assunta, già nel 1369 si trovava nell'Extimum Cleri Bobiensis. Nel suo territorio includeva Casalporino, Romezzano, Volpara, Cese, Spora, Gesiola e Fornolo. La chiesa divenne pieve solo nel 1583 quando Don Antonio Beati, pievano di Calice, portò la residenza a Drusco. Della parrocchiale attuale non si conosce l'epoca precisa di edificazione, la cosa certa è che fu costruita a più riprese.

1730 - 1730 (consacrazione intero bene)

La chiesa fu consacrata dal Vescovo di Bobbio Mons. Cornaccioli il 10 luglio del 1730.

XX - XX (restauro intero bene)

Al di sopra del portale presente in facciata è presente incisa la data 1954 e sotto compare il 1925. Nel corso di tale periodo furono eseguiti i lavori di restauro sia alla chiesa che al campanile.

1930 - 1930 (decorazione interno)

La decorazione pittorica interna risale a circa il 1930.

2003 - 2003 (restauro decorazione)

Al 2003 risalgono i lavori di restauro delle decorazioni pittoriche.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Strada Comunale Del Cimitero Zibello (Pr)

Via San Francesco Mezzani (Pr)

Strada Berettine Fontanellato (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Piazza Meli Lupi 3 Soragna

Via D'azeglio Massimo 59 Parma