Chiese in Provincia di Parma - città di : Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta

PARMA
Pione, Bardi (PR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Piacenza - Bobbio
Tipologia: chiesa
La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in località Pione, all'interno dell'abitato, preceduta da un ampio sagrato, chiuso da muretto, con orientamento Est-Ovest. La facciata è a capanna, tripartita e rinserrata agli angoli da lesene a tutta altezza e coronata da un frontone triangolare con trabeazione in aggetto. Al centro si apre il portale rettangolare centinato a sesto ribassato e nella parte alta un finestrone a lunetta. Sui fronti laterali si prono due finestre rettangolari per lato,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Santa Maria Assunta sorge in località Pione, all'interno dell'abitato, preceduta da un ampio sagrato, chiuso da muretto, con orientamento Est-Ovest. La facciata è a capanna, tripartita e rinserrata agli angoli da lesene a tutta altezza e coronata da un frontone triangolare con trabeazione in aggetto. Al centro si apre il portale rettangolare centinato a sesto ribassato e nella parte alta un finestrone a lunetta. Sui fronti laterali si prono due finestre rettangolari per lato, nella parte alta e si addossano i volumi, più bassi, senza soluzione di continuità, delle cappelle votive. La facciata delle cappelle di sinistra è in continuità con il fronte della chiesa, quelle di destra sono arretrate per lasciare posto alla torre campanaria che si eleva a filo della facciata. Al fronte sinistro si addossano i volumi della Canonica e della Sagrestia. Sul retro, l'abside semicircolare, rientrante a risega, tripartito da lesene a tutta altezza, presenta due finestre rettangolari sui lati, nella parte bassa e un finestrone rettangolare centrale, in quella alta. La torre campanaria a pianta quadrata si eleva su di un basso basamento su tre ordini, separati da cornici marcapiano, con in fronti decorati a specchi cruciformi e rettangolari con al centro aperture ovali. Termina con una cella aperta sui quattro lati da monofore a tuto sesto, sormontata da un tamburo circolare, scandito da quattro lesene, coperto con cupola conica con manto in rame.

Pianta

Schema planimetrico basilicale a navata unica di tre campate, scandite da lesene doriche, al di sopra delle quali corre una trabeazione spezzata in aggetto lungo la navata, il presbiterio e l'abside. La navata è voltata a botte, con la volta percorsa dagli archi trasversali a tutto sesto tra le campate e forata dalle unghie delle lunette e dei finestroni del claristerio. In corrispondenza della prima campata si aprono a sinistra con arco a tutto sesto un vano semicircolare, voltato a botte, che accoglie il fonte battesimale, a destra il vano di accesso al campanile. In corrispondenza della seconda e terza campata, si aprono sulla navata, con archi a tutto sesto, due cappelle votive per lato. A pianta rettangolare sono voltate a botte e dedicate rispettivamente, quelle di sinistra alla Madonna Addolorata e alla Madonna del Rosario, quelle di destra a San Michele e San Biagio. Il presbiterio, rialzato di due gradini in cotto, sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a tutto sesto su pilastri murali compositi. A pianta rettangolare, a unica campata, è voltato a botte, con la volta forata dalle unghie dei finestroni del claristerio. L'abside semicircolare è tripartita da lesene composite e voltata a vele.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e il presbiterio e l'abside. Manto di copertura in coppi di cotto.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle di cotto lungo la navata, le cappelle, nel presbiterio e nell'abside.

Elementi decorativi

Le volte della navata, del presbiterio e delle cappelle sono affrescate a motivi geometrici e soggetto religioso ( Ugo Lagasi, Bedonia XX sec.). Le cappelle e i capitelli sono decorati con stucchi (Gian Battista Giani, XIX sec.)

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura portante.

XIV - XIV (origine intero bene)

La chiesa di Santa Maria Assunta era già sede plebana a metà XIV secolo. Nel 1566 era un'antica pieve ed aveva come suffraganee le chiese di Cornolo e S.Giustina, oltre alla cappella di Faggio, oggi parrocchiali. Il 12 luglio 1809 si dà inizio alla demolizione della parrocchiale.

1809 - 1827 (costruzione intero bene)

La chiesa attuale venne costruita nel XIX secolo. Una parte della chiesa fu iniziata il 24 luglio 1809 e venne terminata il 1 giugno 1813. Un'altra parte, comprensiva del campanile venne realizzata dal 15 luglio 1822 al settembre 1826. Nel complesso, l'edificio venne costruito dal 1809 al 1827. Ѐ costituito da una sola navata con quattro cappelle di cui due ornate da stucchi dorati. Nel 1811-1813 vengono eseguite tutte le decorazioni a stucco, gli altari, le cornici e i capitelli.

XX - XX (restauro intero bene)

Nel 1931 fu restaurata e nel 1965-66 fu imbiancata. Anche la sistemazione del campanile risale a quegli anni.

1974 - 1974 (restauro campanile)

Al 1974 risale il restauro del campanile.

Mappa

Cimiteri a PARMA

Via Domenico Galaverna Collecchio (Pr)

Strada Comunale Del Cimitero Zibello (Pr)

Via Del Cimitero Traversetolo (Pr)

Onoranze funebri a PARMA

Via Don Tincati E. 5 Fidenza

Via G. Du Tillot 10 43052 Colorno