• Home
  •  > Notizie
  •  > Youness è morto per il pugno o l’alcol

Youness è morto per il pugno o l’alcol

Concesso dal pm Stignani il nulla osta per i funerali. La salma del 37 enne sarà portata dalla famiglia in Marocco

CORREGGIO. Concesso il nulla osta per il funerale dal pm Giulia Stignani che indaga sulla morte del marocchino 37enne Youness Abouloufa El Idrissi, deceduto una settimana fa all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio alcune ore dopo essere stato aggredito in strada a Correggio e poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale nel pronto soccorso correggese del San Sebastiano.

Ma per conoscere le cause di morte attraverso gli esiti dell’autopsia, il magistrato inquirente dovrà attendere due mesi, quindi il fascicolo – al momento – resta “cristallizzato” sull’ipotesi di omicidio colposo a carico di ignoti. L’autopsia e gli annessi esami tossicologici forniranno una risposta certa sui motivi del decesso, dando così concretezza ad una delle ipotesi sin qui delineatesi: l’aggressione che potrebbe aver causato un’emorragia cerebrale divenuta fatale col passare delle ore (in questo caso potrebbe configurarsi l’accusa di omicidio preterintenzionale), ma anche l’intossicazione da alcol (che il nordafricano avesse bevuto molto quel giorno è fuori discussione) o gli effetti di una malattia (ciò viene ipotizzato nel referto dal Santa Maria Nuova, ma la circostanza lascia perplessi i familiari che non erano al corrente di problemi di salute).

La famiglia di Youness ha nominato un legale: una mossa che testimonia il desiderio di seguire con attenzione tutti gli sviluppi della vicenda. Del resto il fratello Said ha lanciato un appello affinché venga fatta piena luce su questa vicenda. «Chiediamo la verità perché questa morte non è normale» ha detto il familiare intervistato dalla Gazzetta.

Dopo il decesso è emerso che Youness è stato aggredito lunedì scorso alle 19.50 in via Roma a Correggio. Un trentenne italiano, conosciuto dai carabinieri, ha sferrato un pugno in faccia al marocchino, che in quel momento stava litigando con un connazionale.

Youness è caduto a terra, è rimasto svenuto fino a quando è stato soccorso da un’ambulanza. Una volta portato in ospedale l’uomo ha rifiutato il ricovero: in proposito il fratello Said ha espresso perplessità sul fatto che non sia stato trattenuto per accertamenti.

La vicenda è poi precipitata perché il marocchino, decisamente sbronzo, è rimasto in ospedale e ha dato fastidio e così sono arrivati i carabinieri di Bagnolo che poi lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Il 37enne è stato portato in caserma a Reggio e martedì scorso a mezzogiorno è stato trovato agonizzante in cella. La corsa in ospedale è stata inutile: alle 13.53 i medici del Santa Maria lo hanno dichiarato morto.

Con in mano il nulla osta della procura, ora i familiari stanno organizzando il funerale che, comunque, si terrà in Marocco.(t.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Pubblicato su Gazzetta di Reggio